Un impegno… con Angelo

Uno sportello psicologico per i giovani in difficoltà

Ci eravamo presi un impegno, un impegno con Angelo, nel giorno in cui lo abbiamo salutato in chiesa per l’ultima volta.

Gli avevamo promesso di prenderci cura dei più piccoli, di quelli che sono stati per lui il motivo di una vita spesa a farsi prossimo: i giovani e i poveri. I primi, come promotore dello sport in Oratorio; i secondi come animatore della Caritas.

Abbiamo allora pensato assieme alla Caritas decanale di dare il via a un progetto destinato proprio ai giovani più poveri, quelli che stanno vivendo un periodo di particolare difficoltà psicologica; quelli che purtroppo vanno ad occupare sempre più spesso le notizie di cronaca, per essersi fatti sopraffare da situazioni che non riescono più a tenere sotto controllo.

Il progetto ideato è quello di uno Sportello di intervento psicologico per giovani  residenti nel Decanato di Carate, di cui si individuano fragilità e sui quali si avverte che un’azione precoce e continuativa di accompagnamento possa evitare disturbi successivi.

Ai Centri di ascolto Caritas si rivolgono spesso intere famiglie, e qualche volta con figli che risentono in modo rilevante delle difficoltà familiari. Spesso si è portati a porre fronte alle difficoltà attraverso interventi economici; ma a volte occorre saper individuare anche altri tipi di bisogni che ugualmente aiuterebbero a fare stare meglio i più giovani di queste famiglie.

Per questo motivo, attraverso il coinvolgimento del Consultorio “La Famiglia” di Seregno, ci si propone di sostenere interventi di consulenza psicologica e psicoterapica rivolta a giovani in difficoltà, dopo attenta valutazione da parte di un operatore sociale presente sul territorio e previo consenso dell’interessato.

Il progetto è stato presentato alle ASDO in occasione della celebrazione della Pasqua degli Sportivi lo scorso 9 aprile. Il Comitato provinciale di Milano delle PGS ha già destinato una quota di 500 euro per finanziare lo sportello di intervento psicologico per i giovani; altrettanto farà la FeSTA.

La sera del 3 giugno, in occasione del Galà dell’Amicizia, verrà consegnato quanto raccolto in queste settimane dagli sportivi delle ASDO affiliate alla FeSTA per aiutare questi giovani in difficoltà.

Cerca nel sito

Abbonati alle News

Aggiungi il feed della FeSTA al tuo software di aggregazione news!

Amministrazione sito






Webmail